93° capitolo

Ancora sul divano stavamo riprendendo fiato, mentre ci guardavamo. I tuoi occhi erano su di me e le tue mani mi stavano accarezzando dolcemente. Eravamo ancora circondati da quei sentimenti che ancora non capivamo. Ogni respiro che avevamo fatto, aveva raccolto nuove vibrazioni che ci eccitavano. I nostri cuori sembravano volessero esplodere e tutto attorno a noi sembrava avere un nuovo significato. Stavamo raccogliendo tutte queste informazioni il più velocemente possibile. Lo stavamo facendo in silenzio, guardando intorno, mano nella mano. Di tanto in tanto ci scambiavamo uno sguardo. Eravamo in silenzio, ma dentro di noi c’era un tumulto che anche se avessimo voluto parlare, non saremmo stati capaci di ascoltarci. Stavamo assimilando quanto era accaduto e quello che ci circondava era come se ci parlasse e il tumulto che provavamo, era la sua voce. Lentamente tornò il silenzio. Ci guardammo intorno e ora il silenzio era più silenzioso, era come se fossimo caduti in un buco nero. Per uscire da questa strana sensazione abbiamo pensato che l’unica cosa da fare fosse, di uscire, di lasciare l’appartamento per alcune ore e di guardare cosa sarebbe successo.

⇐ 92° capitolo

94° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.