89° capitolo

Per un momento abbiamo sentito le nostre emozioni fluire in noi e questo ci ha elettrizzato. Mi hai guardato sorridendomi come se mi chiedessi: “Lo senti?” ed io ti ho sorriso a mia volta. Ci sentivamo felici. La gioia era nell’aria e nei nostri occhi, dentro noi. Ci stavamo amando molto e lo abbiamo sentito anche tramite pochi sguardi. Come le pietre ci avevano detto, stavamo raggiungendo la nostra stabilità e in questi dolci sguardi abbiamo sentito che il nostro amore era al massimo. Mentre sistemavi la colazione sul tavolo, i nostri occhi non si distoglievano l’uno dall’altro e il tuo sorriso era l’unica cosa bella che potevo vedere. Fare colazione, la semplicità di quel gesto, stare in quel posto ci riempiva di gioia. Proprio come se fare colazione fosse la cosa più bella del mondo. Eravamo semplicemente felici e ci sentivamo più vicini che mai. Ci stavamo amando nel modo più intenso, solo sorridendoci. E ci tuffammo negli occhi dell’altro, come fosse l’unico posto in cui stare in questo stato di felicità

⇐ 88° capitolo

90° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.