76° capitolo

Stavamo concependo la visuale del mondo in un modo differente. Ci stavamo abbracciando, avvolti in un nuovo stato di sensazioni e sentimenti. Stavamo entrando in un nuovo livello di vita. Un livello superiore in tutto, ma soprattutto delle nostre proprie emozioni. Ci guardammo. Sentivamo il bisogno di uscire. I nostri cuori battevano all’unisono e abbiamo provato la netta sensazione come se il nostro flusso energetico si fondesse. Ormai, avevamo deciso. Saremmo usciti. Ti ho chiesto: “Ma dove?”. Eri davanti a me, tenendomi i fianchi e in un sussurro mi hai detto: “Nell’unico posto che conosciamo.” Al bar, dove ci siamo incontrati. Tutto attorno a noi stava girando lentamente e noi con esso. Eravamo pronti per uscire. Davanti alla porta con la chiave inserita nella toppa, ci siamo fermati per un attimo. Ci siamo guardati, abbiamo preso un respiro profondo e tu hai aperto la porta. Stavamo lasciando l’unico luogo che ora ci apparteneva veramente.

⇐ 75° capitolo

77° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.