61° capitolo

Eravamo ancora incantati e ci tenevamo le mani per paura che tutto potesse scomparire. Ma non avevamo realizzato quello che le mie e le tue pietre ci avevano comunicato. Anche nel tuo appartamento era accaduta la stessa cosa che era successa nella mia piccola bianca stanza. Nel mio appartamentino avevamo visto Algiz e provato dell’emozioni. Qua, un’altra pietra era caduta sul pavimento. Quando ti sei reso conto di ciò, hai sussurrato il mio nome e hai indicato la pietra in terra. Era Fehu. Sono rimasta senza fiato, perché era una pietra che ho sempre amato e aveva un grande significato. L’hai raccolta e con essa in mano, sei venuto accanto a me, sul divano. Con un filo di voce, ho chiesto cosa tutto questo significasse. Ci siamo guardati, entrambi sapevamo il suo significato. Con Fehu il cerchio era completato, chiuso e avevamo la consapevolezza che qualcosa più potente di qualsiasi altra cosa ci aveva trovati, uniti e pronti a cominciare una nuova vita insieme.

⇐ 60° capitolo

62° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.