55° capitolo

Mai quella stanza è stata così magica. Eravamo circondati da lenzuola bianche, come in una nuvola di chiffon. Eri delicatamente sdraiato su di me. Ti guardavo, infilavo le mani dentro la camicia e lentamente la sfilavo. Le nostre dita si incrociarono per un po’ e le labbra si sfiorarono dolcemente. Poi le tue mani sono scivolate tra le mie gambe. E là, il nostro più profondo desiderio è esploso. Con tutta la passione, allo stesso tempo, con tutta la tua delicatezza, mi hai tolto i vestiti e hai continuato a toccarmi fra le gambe. I nostri baci erano, ormai frutto della nostra passione e quel letto si era trasformato in una grande nuvola bianca di chiffon e noi ci eravamo dentro. Mentre mi toccavi, hai sussurrato: “Sii mia”. Lentamente e all’improvviso, ho sentito che mi penetravi. Sei stato delicato ma deciso. Tutto quel bianco attorno a noi, aveva una ragione, mentre i nostri corpi lentamente si univano, uno nell’altro. Stavamo facendo l’amore nel modo più dolce possibile ed eravamo trasportati da uno dei più grandi sentimenti che avevamo provato. E lo stavamo facendo nel mio piccolo appartamento.

⇐ 54° capitolo

56° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.