35° capitolo

Ti guardavo mentre preparavi la colazione. Qualsiasi cosa avessi preso per me, sarebbe stata perfetta. Da dietro il tavolo della cucina mi hai chiesto che tipo di colazione avrei preferito.
Mentre stavo dormendo sei andato a prendere tutti i tipi di colazione che mi sarebbero piaciute: dai cornetti ai cornflakes. Ti guardavo senza parole mentre portavi la colazione al tavolo. La tua dolcezza mi ha riempito il cuore. L’unica cosa che potessi fare era sospirare. Avevo paura che potessi sentire il mio cuore battere come un treno. Mentre facevamo colazione, abbiamo condiviso timidi sorrisi, come facevamo al bar. Questa volta eravamo seduti uno accanto all’altro e i nostri sentimenti erano, là, nell’aria, intorno a noi. Quello che sentivamo l’un per l’altro era più forte della nostra fame. Si, abbiamo mangiato qualcosa, ma solo un po’. Ora c’era qualcosa che ci attraeva l’un verso l’altro e non potevamo distogliere lo sguardo. Qualcos’altro stava per accadere. Lo stavamo percependo.

⇐ 34° capitolo

36° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.