327° capitolo

Non ci eravamo ancora resi conto di cosa fosse realmente accaduto, ma di sicuro era successo qualcosa. Avevamo sentito la nuova energia scorrere attraverso i nostri corpi. E le tue parole dette a Fenkuz risuonavano ancora nelle nostre teste. I nostri cuori stavano impazzendo. Tu, un essere umano diventato magico, dovevi dire quello che avresti fatto veramente per me, per essere davvero magico. E l’avevi appena fatto. Ho preso il tuo viso tra le mani e dolcemente ti ho chiesto di nuovo “Faresti tutto per me?” Ci siamo guardati intensamente, poi tu con un filo di voce: “Hai sofferto molto nella tua vita. Ho visto le tue cicatrici, le tue ferite, ma quando vedo i tuoi occhi, la tua anima, vedo un’incredibile gioia di vivere. Non voglio vedere altri ostacoli davanti a te. Ti amo molto, Daria. Sei la mia principessa magica. Farei tutto per te. Hai ridato un senso alla mia vita. Da quando ti ho aiutato ad alzarti in piedi in quel bar, mi hai cambiato in meglio … e guarda dove siamo ora. Dove mi hai portato. E non sarà una semplice regola magica a non farti vedere tutte le meraviglie del nostro Mondo Parallelo … Ti meriti di vedere tutto.” La tua voce mi ha avvolta, e sono rimasta incantato dal fatto che tu me lo avessi detto. I nostri cuori ora battevano velocemente all’unisono. Nel tuo sguardo c’era la vera persuasione delle tue parole. Se, ora, ti avessi chiesto di portarmi il sole, lo avresti fatto. Ora l’unica cosa che ti avrei chiesto, sarebbe stata di baciarmi. Senza dire una parola, dolcemente mi hai fatto sdraiare e senza alcuno sforzo i nostri sguardi si sono incontrati. All’improvviso e dolcemente ti sei gettato su di me. Ora, qualsiasi parola sarebbe stata superflua, Bastavano i nostri occhi, i nostri sorrisi timidi, i nostri piccoli tocchi, le nostre labbra che si sfioravano, per sapere che con quelle parole, ora tu eri davvero magico, così come io ero una strega.”

⇐ 326°capitolo

328° capitolo⇒