293° capitolo

Mentre lentamente facevo scivolare la mia mano nella tua maglietta ho potuto sentire il tuo cuore calmarsi e siamo rimasti abbracciati così per diversi minuti. Il tuo respiro mi stava avvolgendo e continuavi a dirmi cosa avevi visto: il sole così luminoso, il vicolo da cui hanno attraversato i due mondi. Mi stavi dicendo il pericolo che avevano affrontato. Poi mi hai detto: “Ho scoperto qualcosa di più” e la tua voce è diventata più profonda del solito. Ho sollevato il viso dal tuo petto e i nostri occhi si sono incontrati. “Ti ricordi la primissima notte che abbiamo dormito sotto quell’albero e poi ci siamo resi conto che eravamo noi a far tramontare il sole e abbiamo fatto sorgere la luna?” Ho annuito. In un sussurro mi hai detto: “Sei stata tu a compiere quella magia”. Avevo il cuore in gola. Non ero in grado di deglutire. I tuoi occhi erano l’unica cosa che ho potuto guardare in quel momento. “Mi sono appena accorto che nel preciso istante in cui hai aperto gli occhi sei tu la luce del giorno e la luce della notte. Io non sono in grado di fare queste magie.” Ti stavo guardando stordita. Mi hai preso le mani e hai sussurrato: “Sei la ragazza più incredibile che abbia mai conosciuto”. Con queste parole, le più magiche, mi hai svegliato da uno stato di totale confusione. C’era ancora qualcosa che dovevamo sapere su di noi che non sapevamo ancora? Mi stavi guardando e stavo ancora elaborando quello che avevi appena detto. Ero con miei pensieri. I nostri cuori battevano all’unisono. Intorno a noi c’erano grandi emozioni. Il tuo profumo era nell’aria, e se non ti avessi baciato sarei impazzita. Solo baciandoti mi sarei calmata. Lo sapevi. Lentamente mi hai guardato e hai detto “Vieni qui …” mi sono avvicinata, senza dire niente ho preso la tua mano e l’ho messa sul mio petto. Il mio cuore stava impazzendo. Lentamente mi hai preso la mano e, mentre i nostri occhi non si staccavano l’un l’altro, mi hai fatto scivolare l’altra nella tua camicia, e dolcemente hai cominciato a baciarmi, come sapevi fare solo tu.”


⇐ 292° capitolo

294° capitolo⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.