262°capitolo

Avevamo lasciato tutti gli animali pelosi davanti all’appartamento. Erano li per dare il loro benvenuto a Kapi, con Fenkuz che faceva da interprete. Timidamente ti ho preso la mano. Silenziosamente siamo entrati nell’appartamento, senza che nessuno se ne accorgesse, Solo i Markùt lo avevano notato. Abbiamo chiuso la porta dietro di noi. Entrando nell’appartamento si è creata un’atmosfera fluttuante. Non abbiamo detto niente. Abbiamo condiviso solo alcuni sguardi che parlavano da soli. Avevo ancora la tua mano nella mia. Ti sei fatto guidare vicino alle scale. Ho fatto il primo scalino, poi mi sono lasciata prendere da te. Siamo saliti in camera da letto. I nostri respiri ci stavano avvolgendo. Mentre mi appoggiavi dolcemente sul letto, ho iniziato a far scivolare la mia mano dentro la camicia che indossavi. Delicatamente è caduta sulle tue braccia. I nostri cuori hanno cominciato a battere sempre più velocemente, ma intorno a noi l’atmosfera era come rallentata. Ci siamo guardati per un lungo minuto, senza dire niente. La tua mano mi accarezzava il ventre attraverso il vestito bianco che sembrava una soffice nuvola. Gli occhi erano fissi gli uni negli altri. Con un filo di voce, ti ho detto ancora “Mai … non mi perderai mai … Mai”’. C’è stato un altro momento di silenzio in cui i nostri occhi hanno incontrato la nostra anima e in quel preciso momento ci siamo baciati così appassionatamente che abbiamo creduto che tutto intorno e dentro di noi potesse esplodere. Delicatamente dal ventre le tue mani erano arrivate alle mie gambe. Lentamente ho chiuso gli occhi, mentre tu hai sollevato l’abito bianco. Il respiro si mescolava a piccoli gemiti. Le tue mani stavano scoprendo il mio piccolo seno sotto il vestito che lentamente stava diventando solo un ostacolo. Hai fatto scivolare le mani nel mio vestito e alla fine l’hai lanciato via sul pavimento. Abbiamo sorriso, mentre ci stavamo toccando delicatamente. Ci siamo tuffati nei nostri sguardi e con quegli sguardi ci siamo detti “Ti amo tanto” ce lo siamo ripetuto fino a perdere il conto. Il nostro amore era così grande che potevamo sentirlo in ogni tocco e ogni tocco ci travolgeva. E potevamo vederlo attraverso i nostri occhi. Ci siamo dati un bacio che sembrava non avesse fine.

⇐ 261° capitolo

263° capitolo⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.