254° capitolo

Hai guardato in basso, solo per un secondo per raccogliere tutti i pensieri che avevamo condiviso nella Burn Valley. Ti stavo guardando e con la mente ti ho dato il coraggio di parlare. Hai alzato il viso, mi hai guardato e poi hai cominciato. “Da quando ci siamo incontrati in quel bar, sapevamo che qualcosa di magico ci circondava. Il nostro incontro era deciso da molti secoli. Il nostro amore per farci riunire ha dovuto superare molte difficoltà. Ad essere onesti, solo un poco alla volta abbiamo capito che il senzatetto e la donna facevano parte di questo mondo, e proprio quando avevamo sconfitto il Nulla con tutte le nostre paure, abbiamo capito l’importanza e il ruolo del nostro amore. Il nostro amore ha bisogno di tutto questo e noi abbiamo bisogno del Nostro Mondo. Qui stiamo comprendendo il vero significato della parola AMORE, e il vero amore che voglio veramente è il suo … “ Mentre lo dicevi ti sei voltato verso di me. Sono rimasta senza fiato e senza parole. Il mio cuore si è fermato per un secondo. Un po ‘di lacrime sono scese sul mio viso. Nel frattempo stavo esplodendo dentro, mi hai guardato e con calma hai continuato: “Daria, la mia piccola principessa, mi ha insegnato ad aprirmi a nuove emozioni, nuovi sentimenti. Da quando l’ho incontrata ho capito che era speciale. Mi ha insegnato a guardare avanti, mi ha regalato la sua magia e insieme pian piano abbiamo creato questo mondo magico. Quando il senzatetto e la donna ci hanno lasciati soli nella Burn Valley, abbiamo capito che il nostro amore era la cosa più potente che avevamo e con questo, continueremo a proteggere il nostro Mondo Parallelo a qualsiasi costo. ” Lentamente il Piccolo del Morgur si è avvicinato. Lo abbiamo accarezzato e il suo pelo si è fatto più colorato e più soffice. “Siete la nostra famiglia. Ormai il pianeta terra non ci appartiene più.” Ho aggiunto in un sussurro. Senza renderci conto che stavamo tenendoci le mani strette. Lentamente tutti i nostri amici pelosi si sono avvicinati. Nei loro sguardi, anche in quello di Pyr, abbiamo visto qualcosa che scintillava. In quel preciso momento i nostri cristalli hanno propagato una luce, come piccole lucciole, che delicatamente si è posata su ogni animaletto peloso. Li stavamo proteggendo.

⇐ 253° capitolo

255° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.