24° capitolo

Mentre le ore passavano, noi eravamo sempre là. Su quel divano in quel piccolo angolo della grande stanza. Non avevamo realizzato che tutto il tempo era passato a fissarci sentendo emozioni che non avevamo mai provato prima. Di tanto in tanto ci sfioravamo o ci prendevamo le mani e ogni volta accadeva qualcosa. I nostri cuori battevano più veloci, come delle piccole scariche elettriche. Erano i nostri sentimenti che si fondevano insieme. Quando siamo arrivati a casa tua, mi hai fatto sedere su quel divano davanti al tavolino e al mobile nero dove c’era lo stereo e altra roba, appoggiato su di una parete tutta rossa. Era un grande spazio, ma ho pensato che quell’angolo fosse il tuo preferito. Sul tavolino, c’erano delle riviste, diverse matite, fogli ovunque. Alcuni bianchi, altri con qualcosa di scritto sopra. Soprattutto c’erano le nostre pietre che ci ricordavano cosa fosse accaduto qualche istante prima. La grande stanza aveva solo una vetrata che ricopriva un’intera parete. Da lì potevo vedere le luci della notte. Ho realizzato che era molto tardi. Era quasi l’alba. Anche tu hai dato una rapida occhiata alla luce che cominciava a scacciare la notte. Sapevi già cosa stavo per dire, e con un grande sospiro, mentre con una mano prendevi una delle mie e con l’altra mi accarezzavi il volto, hai sussurrato: “Non andare via…” mentre le tue labbra si avvicinarono alle mie. Alla fine, ti sei alzato allungando la tua mano verso di me. Io l’ho presa e lentamente mi sono alzata. Mi hai accompagnato delicatamente fuori da quel piccolo angolo, dove avevamo speso tutto il tempo quella notte, e davanti uno all’altro, mi hai alzato e portato su quella scala di ferro, dove in un altro spazio, c’era il tuo grande letto.

⇐ 23° capitolo

25° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.