211° capitolo

Per un secondo abbiamo chiuso gli occhi consapevoli di questo nuovo flusso che stava scorrendo dentro noi. Tutto questo ci fece sentire stanchi. Mi stesi sul tuo torace. Mi carezzavi i capelli, ma è stato per un brevissimo lasso di tempo. Ci addormentammo immediatamente. Quel giorno dormimmo per ore. Molto dopo il tramonto, con molta calma, ci svegliammo e ci guardammo con una strana sensazione. Forse dovevamo ancora assimilare questo nuovo flusso, o era una nuova condizioni alla quale ci dovevamo ancora abituare? Era questa la domanda che ci stavamo ponendo. Era come, se dovessimo affrontare qualcosa. Qualcosa che avrebbe messo in pericolo il nostro Mondo Parallelo. Ma era solo una sensazione. Ora, però, sentivo questa sensazione che aumentava; non era solo una mia sensazione, ora c’erano di mezzo anche le tue. Potevamo sentire che qualcosa stava accadendo attorno al nostro Mondo Parallelo. Qualcosa si stava spezzando e lentamente il Nulla lo stava avvolgendo e stava risucchiando tutto. Ci siamo guardati. I nostri cuori stavano impazzendo e senza sforzo, abbiamo aperto un varco per entrare nel nostro Mondo. L’entrata era sempre la stessa, ma ora i piccoli Markùts non ci aspettavano alla fine del sentiero. Erano già all’entrata e ci hanno spinto dentro al nostro Mondo con forza. Come avevamo immaginato, i Markùts ci hanno detto che il Nulla aveva cominciato a distruggere la parte che i Morgur non avevamo avuto il tempo di fortificare. Ma i Markùts, ci dissero anche qualcosa di buono. La nostra trasformazione magica era definitivamente completa. Per essere sicuri abbiamo chiesto loro se fosse il grande flusso che sentivamo dentro. Con le loro strane ma dolci vocine ce lo hanno confermato accennando anche un si con le loro testine. Ci guardammo e sospirammo. Ci stringemmo le mani e in fretta arrivammo ai confini del villaggio dei Morgur, dove il piccolo ci aspettava. Ci disse di metterci sotto l’albero dove avevamo riposato l’ultima volta e di chiudere gli occhi. Così avremmo tentato di sconfiggere il Nulla.

⇐ 210° capitolo

212° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.