195° capitolo

Siamo stati trascinati da questo unico flusso. Lentamente mi hai preso la mano e ci siamo sistemati sul divano, anche se non eravamo stanchi. Al contrario, potevamo sentire l’energia scorrere in noi. Un’energia che ci spingeva a fare di più o almeno a pensare di più. Ma cosa? Sapevamo che la nostra trasformazione magica ormai era completa. Volevamo sfidare quella linea sottile che avevamo percorso attraversando il cancello arrugginito. In qualche modo, volevamo entrare nel nostro mondo parallelo attraverso la seconda entrata. Non avevamo aperto la porta grigia da giorni e volevamo provare nuove sensazioni eccitanti. Volevamo sapere se la nostra magia fosse pronta ad affrontare alcuni piccoli pericoli Eravamo davvero pronti? I nostri cuori erano pieni di qualcosa che ancora non riuscivamo a definire. Ma eravamo determinati a scoprirlo. Hai allungato la mano per prendere la mia. Senza alcuno scrupolo, ma con tutta la determinazione andammo davanti alla porta grigia. Mi ha dolcemente avvertito di stare attenta al piccolo scalino ed hai preso la chiave. Aperta la porta, lo scenario non era cambiato affatto. Il nostro appartamento si affacciava sul cemento grigio, circondato da piante secche e alcuni spunzoni di ferro piantati nel cemento. Non sembrava appartenere al nostro universo, sembrava piuttosto che fossimo rimasti sulla Terra con tutte le sue brutture. Abbiamo visto il suo potere sotto i nostri occhi. Ci spaventava. Ma eravamo determinati a percorrerlo. Volevamo sapere se il nostro unico flusso fosse così potente da attraversare anche la seconda entrata del nostro mondo parallelo. Prendemmo un respiro profondo e…

⇐ 194° capitolo

196° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.