175° capitolo

Dovevamo solo superare il cancello arrugginito e avremmo fatto i primi passi nel nostro mondo. Ci guardammo, ci tenemmo strette le mani. Sentivamo i nostri cuori battere forte. Eravamo ancora senza fiato, ma sapevamo che anche se non avessimo fatto quei primi passi, il fiato sarebbe diventato ancora più corto. Era inutile trovare una ragione, era così e lo sapevamo. Non eravamo ancora dentro il nostro mondo parallelo e non ce ne eravamo resi conto. Lo stavamo guardando attraverso una finestra temporale. La ragione per cui eravamo senza fiato era perché eravamo in mezzo al NULLA e il cancello arrugginito era diventato il confine tra il nostro appartamento e il nostro mondo parallelo. La linea sottile che ci divideva dal nostro mondo era una linea davvero pericolosa. Lo avremmo capito più tardi. Ci guardammo profondamente e quello sguardo sarebbe stato il primo passo che ci avrebbe fatto entrare nel nostro mondo parallelo. Siamo entrati in una bolla d’acqua e ne siamo usciti. Eravamo dentro al nostro mondo parallelo. Ci siamo resi conto che non avevamo più le scarpe. Stavamo camminando su un sentiero in un prato circondato da alberi. Poi, davanti a noi si è aperta la grande vallata che avevamo visto dal nostro appartamento. Ci guardammo senza parole, non ci credevamo. Era una meraviglia. C’era tutto quello che avevamo sempre desiderato: silenzio, il cielo blu, piccoli animaletti che scorrazzavano attorno a noi, il grande prato dove, in passato, ci incontravamo per stare in pace. Eravamo già stati là, lo sentivamo, era un posto incantato. Io, ormai strega, potevo sentire tutti flussi magici e capivo perché eravamo andati là. Nel passato, avevo fatto un incantesimo e questo posto era nascosto agli occhi dell’altra gente. Potevamo starci ogni volta che volevamo. Lentamente mi hai messa davanti a te senza dire nulla, mi fissavi solamente. Gentilmente hai afferrato i miei fianchi e mi hai attirata a te. Mi hai guardata un solo istante e subito dopo mi hai dato dei dolci baci. Delicatamente mi hai steso sul prato e dolcemente abbiamo cominciato a fare l’amore.

⇐ 174°capitolo

176° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.