172° capitolo

Hai ripetuto l’ultima frase guardandomi profondamente e hai aggiunto: “Ciò che sta accadendo, non è mai successo a nessun un altro essere umano”. Sembrava un pensiero detto ad alta voce, come in effetti era. Nessun altro essere umano aveva mai sperimentato nulla di simile.. Tutta quell’atmosfera svanì e tutto ritornò alla normalità. Ma la parola “normalità” ormai non faceva più parte del nostro vocabolario. Facevamo parte di un nuovo mondo e apparentemente senza fare nulla lo stavamo scoprendo. Ho detto “apparentemente”, perché tutto quello che provavamo era in proiezione nel nostro mondo parallelo. Fino ad ora erano solo bellissime e grandi emozioni che ci facevano sentire davvero in un altro universo. Era incredibile, ma eravamo davvero in un “universo parallelo”. Magari, non ci volevamo ancora credere. Ci guardammo, ci sorridemmo. Volevamo essere razionali, ma era impossibile. Guardammo di nuovo la grande finestra del tuo appartamento. Ho sospirato; ora i miei pensieri dovevano cambiare. Ora il tuo appartamento era “il nostro appartamento”. Mi hai visto sorridere e mi hai chiesto: “Che c’è Daria?”. Io ho solo scosso la testa e ti ho risposto: ” Ho sempre considerato questo posto il tuo appartamento…. e ora?” Mi stavi guardando con tutta la dolcezza e hai sussurrato: “Dalla sera che sei entrata, il mio appartamento è sempre stato il nostro appartamento” Ci siamo fissati timidamente. Tu sembravi quasi imbarazzato, lo sentivo. “Non essere in imbarazzo”. Ho accarezzato il tuo volto e tu mi hai baciato il palmo della mano, come se ti volessi scusare per la presunzione. “Non c’è bisogno che ti scusi”. I nostri cuori battevano all’unisono, mentre prendevi la sedia della tua scrivania e la mettevi davanti alla grande finestra. Quando ti sei seduto hai preso la mia mano e mi hai messo sopra le tue ginocchia. Ci abbracciammo e guardammo il paesaggio attorno al nostro appartamento.

⇐ 171° capitolo

173° capitolo ⇒ 

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.