142° capitolo

Lentamente quella bolla stava per svanire e attorno a noi ritornava la normalità. Come se il termine “normalità” fosse la parola giusta per definire tutto quello che avevamo vissuto fin a quel momento. Ma era così. Tutto quello che avevamo passato era qualcosa che stavamo costruendo insieme ogni giorno, stando insieme, anche dal passato. Stavamo vedendo la bolla che si rimpiccioliva sempre più fino a diventare anch’essa una lucciola. I tuoi occhi si posarono sui miei e abbiamo visto le lucciole scomparire lentamente, lasciando una piccola polvere d’oro intorno a noi. Mi hai guardato. Eri seriamente dolce. Gentilmente mi hai tenuto la mano e guardandomi hai preso un respiro profondo. “Non ho visto niente di più bello di ciò che stiamo creando…” Hai lasciato in sospeso la frase. Le emozioni stavano andando oltre le parole. I nostri occhi si tuffarono gli uni negli altri dicendo di mollare tutto. Tutto quello che stavamo facendo, da quando ci siamo incontrati al bar. Quello che stavamo facendo per vivere, i nostri lavori, ormai erano cose inutili. Dal primo incontro, eravamo stati avvolti da qualcosa di magico e surreale. Stavamo andando avanti così da diversi giorni se non da settimane solo con le nostre emozioni e con quello che stavamo creando. Solo ora stavo realizzando che avevo perso la cognizione del tempo. Non mi importava da quanto l’avessi persa. Ti guardavo e mi fissavi. Attorno a noi c’era quella magica atmosfera che stava durando, così silenziosamente, da quando ci toccammo la prima volta. Con quei tocchi avevamo unito i nostri destini.

⇐ 141° capitolo

143° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.