140° capitolo

Dopo avermi baciata, hai preso il quaderno e hai cominciato a sfogliarlo come se volessi cercare qualcosa di nuovo nelle note di tua nonna. Alla fine, dopo averlo studiato per l’ennesima volta, lo hai chiuso e con un cenno mi hai guardato. Speravi di trovare qualche cosa che al primo impatto, quando cominciasti a studiarlo, credevi non fosse importante. Ti guardavo, lentamente ti ho preso la mano. “Guardami” ti ho detto, e hai alzato lo sguardo. “Non importa cosa ci sia scritto in questo quaderno, com’è scritto, o cosa scopriremo. Questo diario è stato uno dei tanti segni che ci dovevamo incontrare, e lo abbiamo fatto. E questo è sufficiente. Forse, per davvero, stiamo vivendo in una nuova dimensione, stiamo creando un nuovo mondo” Hai sospirato, mentre mi fissavi, hai sussurrato: “Il Nostro Mondo Parallelo”, lasciando morire le ultime parole sulle mie labbra. Quando hai pronunciato quelle parole, è esplosa una grande energia e ne siamo stati avvolti. Quando hai pronunciato quelle parole, abbiamo avuto la piena consapevolezza che potesse davvero esistere questo mondo. Ne avevo solo letto e te l’ho detto, quel giorno in cucina sul tavolo quando mi cingevi con le tue braccia. E ora ci stavamo dentro.
Nel Nostro Mondo Parallelo.

⇐ 139° capitolo

141° capitolo ⇒ 

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.