134° capitolo

Avevamo ascoltato le nostre storie e tutto sembrava così improbabile.Il senza tetto, la donna. Ci guardammo. Fuori stava per piovere. Piccole gocce stavano bagnando la grande finestra e piccoli tuoni si stavano avvicinando. Noi non eravamo capaci di muoverci. Eravamo sul divano. Mi hai abbracciato dolcemente mentre ho posato la mano sul tuo torace. Mentre chiudevo gli occhi ho sentito che mi accarezzavi il volto e mi sussurravi: “Staremo insieme per sempre. Strega o non strega mi guarito da una brutta cosa da cui io stesso non ero capace di uscirne. Mi hai fatto vedere il lato più bello dell’amore…”. Stavi per continuare, ma sono stata io a completare la frase: “… l’eternità”. Alzai il viso e i nostri sguardi s’incontrarono. Ci sorridemmo. Fuori stava piovendo forte. Tuoni, lampi, erano il nostro show privato.

 

⇐ 133° capitolo

135° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.