130° capitolo

Mi guardavi ancora quasi meravigliato e incredulo che io potessi avere qualcosa di magico. Sentivo i tuoi sentimenti, le tue emozioni erano intorno a noi e mi avvolgevano. Nei tuoi occhi potevo vedere un mondo che si stava aprendo davanti a noi. Le nostre carezze erano silenti. Un sussurro lo spezzò questo momento. “Sapevo che eri magica. Da quando ci siamo incontrati. Lo sapevo.” Subito dopo quel sogno, ho realizzato che tutti quei poteri che avevo sin da piccola, provenivano da questa vita del passato e, in qualche modo mi erano stati tramandati. Stavamo elaborando tutto e tutto tornava. Senza dire nulla ci fissammo, nelle nostre menti c’era un traffico di pensieri, domande che finalmente trovarono le loro risposte. Ci sfiorammo e ci stringemmo le mani. Poteva anche cadere il mondo intero, ma saremmo stati gli unici a durare. I sentimenti che provavamo erano tra i più forti e sarebbero riusciti a sopravvivere alla distruzione del mondo poiché noi ci eravamo dentro. Alla fine sospirammo e, ancora immersi in questa atmosfera tra il magico e le realtà, ci risvegliammo, sorridendoci e dolcemente mi hai chiesto: “Vogliamo scendere, mia principessa?” Avevo il cuore in subbuglio, ma con un timido sorriso ti ho risposto: “Si” così mi hai avvolto fra le tue braccia. Ho sospirato guardandoti. “Sei la cosa migliore che mi è capitata nella vita”, hai detto mentre scendevamo le scale.

⇐ 129° capitolo

131° capitolo ⇒

 

 

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.