120° capitolo

Ti sei alzato per sistemare le pietre sopra lo scaffale dello stereo. Te le ho passate e con un sorriso tutte le nostre emozioni si sono nuovamente risvegliate. La luce illuminava la stanza e tutto sembrava avere un nuovo significato. Ti stavi aggirando per la stanza. Non sapevo cosa stessi facendo. Rimasi sul divano, fissando la luce che entrava dalla finestra. Vidi la tua ombra. Mi stavi parlando. Sentivo il suono della tua voce. Era come una dolce e profonda musica, ma la mia mente era da un’altra parte. Mi tuffai in milioni di pensieri che stavo cercavo di raccogliere in un filo logico senza riuscirci. L’unica cosa in cui ero concentrata era la goffa caduta al bar, il tuo primo sguardo, il primo tocco; un qualcosa di veramente magico insieme a tutto quello che è accaduto dopo. Qualcosa di incredibile. Quello che ci siamo detti, quello che abbiamo provato, soprattutto quello strano viaggio in quel mondo surreale. Tutti questi pensieri scorrevano veloci nella mia mente e non ero capace di fermarli. Poi ti sei inginocchiato, mi hai preso le mani e finalmente il tuo bellissimo volto mi ha sorriso. Con un filo di voce, quasi in gola: “Stavo ripensando a quello che è successo… Non ho mai avuto niente di genere con nessun altro. Quel viaggio… tutte le nostre esperienze vissute in così poco tempo. Sono state così intime e profonde” Mentre dicevo questo, mi guardavi e mi tenevi strette le mani. Stavi capendo anche tu che erano state esperienze fuori dal normale. Io stavo provando a capire meglio cosa fosse successo. Mi guardavi e con un filo di voce hai detto: “Lasciamo che sia così” e lentamente mi hai baciato. Poi un “Ti Amo” volò nell’aria.

⇐ 119° capitolo

121° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.