111° capitolo

Sembrava che fosse arrivato il mio turno per buttarmi tutto alle spalle. Non avevi mai chiesto niente del mio passato. Nel tuo sguardo, però, era evidente una domanda che avresti voluto farmi. Ho cominciato a parlare, dopo avere preso un bel respiro profondo. Mi hai preso la mano ed io te l’ho stretta. Sapevi che avrei risposto alla tua domanda. “Ho sempre vissuto con i miei genitori, finché non li ho mandati all’inferno. La ragione è stato un ragazzo che ho incontrato ad una festa organizzata da loro. Questo ragazzo era figlio di alcuni amici dei miei genitori. Ho sempre avuto un debole per lui, ma non sapevo che lui provava lo stesso per me. A questa festa ci siamo molto divertiti. Quella sera siamo sempre stati insieme. Ma è accaduto qualcosa di brutto. Dopo aver parlato molto, lui ha deciso di andare da mio padre a dichiarare il suo amore per me. In quella situazione ho pensato che fosse una cosa davvero romantica, ma non mi ero resa conto che era ubriaco, e si atteggiava stupidamente. Ero accecata dai sentimenti. A quella festa, c’è stato quasi uno scontro tra lui e mio padre. Ero uscita, ero andata in macchina e lo dovevo aspettare. Avevo deciso di andarmene con lui. L’ho aspettato per ore in quella macchina. Non l’ho più visto. Ero così arrabbiata e ho deciso di lasciare la casa dei miei genitori. Per fortuna il proprietario del bar aveva una stanza che voleva vendere per pochi soldi. L’ho presa. Non ho avuto più notizie sia dai miei genitori sia dal quel ragazzo. Sono passati sette anni da quel giorno, ma da allora mi sono sentita più libera. Ero come se fossi incatenata. Dal giorno in cui mi sono trasferita sopra il bar, ho vissuto là”. Stavo per finire la frase ma lo hai fatto per me: “Fino a che non sei caduta e ti ho aiutato ad alzarti”. Lo hai detto come fossi stato il mago che, con la sua bacchetta magica faceva sparire tutto nel suo capello, tutto avvolto in una magica polverina.

⇐ 110° capitolo

112° capitolo ⇒

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.